Copertina

 

Mi chiamo Monica, ho 40 anni e voglio raccontarvi la mia testimonianza. Sono nata in una famiglia cristiana così, fin da piccola, ho ricevuto gli insegnamenti cristiani e ho frequentato la scuola domenicale.

Ho sempre saputo che dovevo fare una scelta per il Signore, perché avevo compreso che non conta andare in chiesa e comportarsi bene, tutti siamo peccatori e abbiamo bisogno del perdono di Gesù. Nonostante questo, ero molto chiusa nei confronti di Dio: passavano i mesi, gli anni ma non mi decidevo mai a fare sul serio, a fare una scelta per Cristo, pensando che ci sarebbe stato tempo per il Signore.

Sono cresciuta, mi sono sposata e sono diventata mamma: non mi mancava nulla, apparentemente ero felice ma il mio cuore era triste, la timidezza mi bloccava, non riuscivo ad aprirmi nemmeno verso la mia famiglia. Questo non mi faceva stare bene, il mio cuore era duro e sempre più lontano da Dio. In realtà in me cresceva il desiderio di ricevere la salvezza, solo che più cercavo di avvicinarmi a Cristo, più ero combattuta da pensieri che mi scoraggiavano.

Circa quattro anni fa, mentre pregavo in chiesa, sentii dentro di me tanta pace e gioia: piansi molto e mi toccó un canto che per giorni rimase nel mio cuore. Da quel giorno ero diversa, più serena, anche se non ero ancora sicura di essere stata salvata e tenevo sempre tutto dentro. Così continuavo a pregare e a chiedere al Signore di darmi la certezza della Sua salvezza.

Spesso consideravo quanto avessi tardato a fare questa scelta, lasciando passare troppo tempo. Avevo pensato più alla mia vita personale ed il pensiero di aver sbagliato tutto mi tormentava continuamente. Poi, dopo qualche settimana, durante un culto in chiesa, ci fu una predica che mi scosse nel profondo: posso dire che era diretta proprio a me! Dall’inizio alla fine ha parlato al mio cuore, ho capito che non era il pastore ma Dio che, attraverso di lui, mi parlava, perché nessuno poteva conoscere certe cose, quei sentimenti che provavo, quei dubbi e pensieri… nessuno tranne Gesù!

Da quel momento non ho potuto fare altro che aprire tutto il mio cuore a Cristo, chiederGli perdono e abbandonare quelle paure, quei dubbi che mi ostacolavano.

Così, quel cuore duro e freddo era cambiato: Gesù mi aveva salvato! In seguito, mi sono battezzata in acqua e, grazie a Dio, anche mio marito, l’anno dopo, fece la sua esperienza col Signore.

Ringrazio Dio per tutto quello che ha fatto nella mia vita e nella mia famiglia! Che Dio vi benedica!

Monica Garattoni
2020