Vito

 

Mi chiamo Vito e ho 51 anni. La mia vita è cambiata all'età di 20 anni.

Fin da ragazzo nel mio cuore c’è stato sempre il pensiero di Dio e del Paradiso. Tutte le sere, prima di andare a letto, recitavo il padre nostro e con parole mie chiedevo a Dio di vegliare sui miei genitori e sui miei fratelli.
Crescendo il pensiero di Dio si faceva sempre più forte nel mio cuore, mi facevo tante domande ed una in particolare era: ‘’ che senso ha la vita se poi finisce tutto con la morte?”

Passò del tempo ed una sera d’estate, mentre passeggiavo con mio cugino, ci siamo trovati davanti ad una tenda evangelica e, mentre ci avvicinavamo incuriositi, ci si accostarono due persone con dei trattati della Parola di Dio.
Ci parlarono di un Gesù vivente e ci dissero che, se l’avessimo cercato con tutto il cuore, si sarebbe rivelato.

Per me erano parole nuove, che non avevo mai sentito prima e fui incuriosito ad entrare in quella tenda.
Era il momento della predica, le parole che ascoltavo davano esattamente le risposte alle mie domande riguardanti la morte e l’eternità.
Lo Spirito Santo quella sera parlò al mio cuore e decisi di continuare a frequentare le riunioni in chiesa.
I fratelli mi accolsero con affetto, come fossi uno di famiglia. Sentii un’emozione forte vedendo l’amore sincero che delle persone estranee avevano per me.

Di lì a poco, in quella chiesa, conobbi e mi fidanzai con una ragazza (oggi mia moglie); iniziai a frequentare la sua famiglia, dove tutte le sere si parlava di Gesù e del suo sacrificio sulla croce per amore nostro.
Una sera in particolare parlammo della croce e del peccato: quel messaggio rimase nel mio cuore.
Mentre tornavo a casa sentii un peso profondo dentro di me, sentivo il peso del peccato che mi opprimeva. Quando arrivai a casa, mi inginocchiai e chiesi a Dio di perdonarmi. In quel momento sentii una grande pace e una gioia profonda, che mai avevo provato dentro di me: Dio aveva perdonato la mia anima.

Dopo quella sera tutto cambiò nella mia vita. I miei amici si accorsero del mio cambiamento, mi chiedevano cosa mi fosse successo.
Iniziai ad evangelizzare e a parlare di Gesù, di quello che aveva fatto nella mia vita.
Cercai il battesimo nello Spirito Santo e, dopo un anno di ricerca, lo realizzai.
Le prove non sono mancate nella mia famiglia ma, insieme a mia moglie, nelle difficoltà ci siamo sempre inginocchiati e rivolti a DIO in preghiera.

Ringrazio il Signore per la famiglia che ci ha donato.
La mia speranza è di incontrare un giorno Gesù, Colui che è morto per me ed è risorto per me e di dimorare eternamente con Lui.
Dio ci benedica!

Vito Salamida
2020