radioamatore

Mi chiamo Gabriele ho 33 anni sono di Rimini e voglio in breve raccontare come il Signore mi ha salvato. Era l'estate del 1990 avevo appena finito il servizio militare e mi sentivo autorizzato a prendermi alcuni mesi di "riposo" così essendo in contatto con una azienda che mi avrebbe assunto a settembre dal 24 di maggio (giorno del mio congedo) cominciai a prendermi quelle "libertà" a cui per un anno dovetti rinunciare.


telaio

Mi chiamo Adele Intrusi, ma tutti mi conoscono col cognome di mio marito cioè Faedi. Sono nata il 18 ottobre del 1933 a Gambettola. La mia infanzia è stata molto travagliata come anche per mio marito Enzo che proveniva da una famiglia divisa e fu mandato in collegio.

Nel 1954 ci sposammo e nel 55 nacque la nostra prima figlia Rita. Enzo faceva il muratore e io lavoravo in casa con una macchina per tessere la tela. Ero malata in quel tempo, colpita da una malattia del sangue, chiamata l'eritema nodoso, che deformava le gambe e venivano grossi noduli e gonfiori.


presento

Mi chiamo Giuseppina e vorrei raccontarvi come ho conosciuto Gesù. All'età di otto anni persi mia madre e da quel momento un vuoto di affetto si creò nel mio cuore; io cercavo l'amore nelle persone che mi circondavano, ma nessuno poteva riempire quella mancanza. Quando mi sposai pensai tra me e me che in quel momento finalmente sarei stata felice con una persona che mi avesse amato e che io avessi potuto amare. Ma nonostante questa nuova realtà c'era sempre il desiderio di qualche cosa di più.


guerra

Sono Anna, ho conosciuto Gesù circa 30 anni fa ed ora all'età di 70 anni, posso dirvi con certezza che è stata la cosa più bella ed importante di tutta la mia vita. Sono nata in una famiglia cristiana molto numerosa in un periodo difficile per il nostro paese: gli anni a cavallo della II Guerra Mondiale.

Ho trascorso la mia infanzia in un ambiente povero dal punto di vista economico, ma ricco di pace, di serenità, di allegria ed anche del timore di Dio.